Diritti degli autori e licenze delle riviste (secondo DOAJ)

Gli editori dovrebbero seguire best practices e standard riconosciuti universalmente.

Una rivista di qualità si riconosce anche dal fatto che dichiara, in maniera chiara e con linguaggio semplice e comprensibile, termini e condizioni di pubblicazione e uso della rivista stessa.

Anche per DOAJ questo aspetto è fondamentale, tanto che nell’application form ci sono due sezioni distinte che riguardano i diritti degli autori e le licenze che mirano a chiarire tutti questi aspetti.

Vediamoli in dettaglio.

Licenza sui contenuti

Content licensing DOAJ
Content licensing in DOAJ application form

Questa sezione dell’application form di DOAJ riguarda esclusivamente i modi in cui un articolo possa essere utilizzato, dopo la pubblicazione, da chiunque vi abbia accesso. Secondo il tipo di licenza applicato, questi termini possono avere effetti anche sull’autore dell’articolo stesso.

La domanda 45 chiede se la licenza sia contenuta o meno nell’articolo stesso in forma leggibile dalla macchina.

La licenza dovrebbe comparire nel contenuto in maniera comprensibile, come una comunicazione dall’editore al lettore

In questo caso, non è tanto importante sapere come la licenza sia contenuta; l’accento è sul fatto che la licenza sia presente direttamente nell’articolo e nei suoi metadati in maniera tale che, se anche l’articolo venisse letto senza passare dal sito della rivista (magari perché è stato recuperato attraverso una ricerca in Google Scholar), il lettore sarebbe in grado di individuarne i termini d’uso. In effetti, ormai la maggior parte del traffico che arriva al sito web di una rivista proviene da Google.

Un lettore potrebbe essere quindi del tutto ignaro del nome della rivista, di quale editore la pubblichi, o ancora in quale volume o fascicolo compaia. In una rivista open access, il PDF dell’articolo potrebbe essere scaricato immediatamente e subito dopo l’utente potrebbe lasciare il sito.

Ecco alcuni esempi di licenza inserita nei metadati:

  1. Nel file HTML, all’interno dell’abstract
  2. Nel file PDF, in prima pagina
  3. Nel file HTML, ma in una sezione specifica (qui, in basso)

La risposta positiva alla domanda 45 qualifica la rivista per ricevere il Sigillo DOAJ.

La domanda 47 chiede se  la rivista licenzi gli articoli sotto CreativeCommons. Attualmente, la form di DOAJ permette di inserire una sola licenza. Se la rivista utilizzasse più licenze per i diversi articoli (per esempio per le pubblicazioni OA e quelle che non lo sono), dovresti selezionare nel modulo la licenza più restrittiva.

Se alla domanda 47 puoi rispondere che la rivista utilizza una licenza CC, la qualifichi a  ricevere il Sigillo DOAJ.

La domanda 48 (non visualizzata nell’immagine sopra, perché compare solo se nella domanda precedente hai scelto la risposta “Other”) chiede di specificare altri tipi di licenza diversi dalle CC eventualmente in uso. Questo perché alcuni editori potrebbero preferire una licenza propria, anche se ricalca in qualche modo i termini delle CC.

DOAJ considera comunque le licenze CC un “gold standard”.

La domanda 50 deriva direttamente dalla Budapest Open Access Initiative’s definition of Open Access (nota anche come BOAI e disponibile anche in traduzione italiana) che costituisce la spina dorsale di DOAJ. Le parole “leggere, scaricare, copiare, diffondere, stampare” compaiono in molte licenze diverse; se una rivista non permette questi utilizzi di base, insieme “cercare, o linkare al testo completo degli articoli”, come prevede sempre la BOAI, non sarà accettato in DOAJ.

La domanda 51 chiede se la licenza sia depositata o meno in un archivio di policy di riviste (il più noto dei quali è quello internazionale SHERPA/RoMEO). Ti consiglio di registrare le politiche sui diritti della tua rivista, oltre che a esplicitarle sul sito, perché questi repertori possono funzionare anche da punti di riferimento per autori, bibliotecari e lettori.

La risposta positiva alla domanda 51 qualifica per ricevere il Sigillo DOAJ.

Diritti degli autori e permessi

Nell’application form di DOAJ c’è una breve sezione dedicata ai diritti degli autori. Obiettivo è chiarire se gli autori mantengano o meno diritti su quanto pubblicano nella tua rivista.

Copyright on DOAJ
Diritti degli autori nell’application form di DOAJ

La domanda 52 chiede se gli autori mantengano tutti i diritti sulla loro opera senza alcuna restrizione. Questa domanda è parzialmente sovrapposta a quella sulle licenze, ma viene esplicitata per essere sicuri che la rivista faccia mantenere il copyright agli autori.

Secondo DOAJ, il trasferimento dei diritti (copyright transfer) non è affatto necessario e anzi, è potenzialmente dannoso. Per porre una barriera a pratiche potrebbero potenzialmente minare i principi autentici dell’Open Access, la risposta positiva alla domanda 52 qualifica per ricevere il Sigillo DOAJ.

Stessa cosa per la domanda 54 dove si verificano eventuali conflitti tra i termini della licenza e i diritti di riproduzione e ripubblicazione, senza eccezioni.


I contenuti di questo articolo sono tratti da Copyright and Licensing Incompatibility – Part 1 e Copyright and Licensing – Part 2.