Le metriche di Google Scholar

Bibliometria è l’applicazione di tecniche di analisi matematiche e statistiche al dominio bibliografico con l’obiettivo di misurare l’impatto delle pubblicazioni scientifiche.

In questo articolo vorrei presentare uno specifico servizio bibliografico, Google Scholar Metrics.

Per una trattazione ampia del tema suggerisco la lettura di De Bellis, Nicola. Introduzione alla bibliometria: dalla teoria alla pratica. Roma: AIB, 2014. 205 p. [Disponibile anche in ebook nello shop AIB].

Panoramica delle metriche di Google Scholar

Google Scholar metrics è una soluzione semplice (e gratuita) che permette agli autori di misurare in maniera rapida la visibilità e l’impatto degli articoli che pubblicano in pubblicazioni scientifiche.

Per iniziare, è possibile sfogliare le maggiori 100 pubblicazioni in diverse lingue,ordinate secondo le metriche h-index quinquennale e h-mediana. Per vedere quali articoli di una pubblicazione sono stati citati di più e chi li abbia citati, fai clic sul suo numero h-index per visualizzare gli articoli e le citazioni che compongono quelle metriche.

Google Scholar Metrics con evidenziato h-index
Google Scholar Metrics con evidenziato h-index

Puoi anche esplorare le pubblicazioni per aree di ricerca di tuo interesse. Per sfogliare le pubblicazioni in raggruppamento disciplinare ampio, puoi scegliere una delle aree nella colonna di sinistra. Per esempio, puoi selezionare “Social Sciences” e poi, cliccando sul link “subcategories” selezionare una delle opzioni, per esempio: “Library & Information Science“.

 Google Scholar Metrics. Social Sciences
Google Scholar Metrics. Social Sciences

Metriche disponibili

L’h-index di una pubblicazione è il maggior numero h tale che almeno h articoli in quella pubblicazione siano stati citati almeno h volte ciascuno. Per esempio, una pubblicazione con cinque articoli, citati rispettivamente, 17, 9, 6, 3, and 2, ha un  h-index = 3 (perché 5 articoli, sono stati citati almeno due volte, 4 articoli almeno 3, ma solo tre articoli sono stati citati almeno 6 volte).

L’h-core di una pubblicazione è il set dei più citati h articoli di quella pubblicazione. Questi sono gli articoli sui quali si basa il conteggio dell’indice-h. Per esempio, la pubblicazione descritta poco sopra ha un h-core con tre articoli, citati rispettivamente 17, 9, e 6 volte.

La mediana-h di una pubblicazione è la mediana del conto delle citazioni nel suoh-core. Nell’esempio qui sopra, la mediana-h della pubblicazione è 9 (perché nell’ordinamento del numero delle citazioni, 9 è il valore che sta nel mezzo (la media sarebbe invece 10,67).

Infine, h5-index, h5-core e  h5-median di una pubblicazione sono, rispettivamente, h-index, h-core e h-median riferiti ai soli articoli pubblicati negli ultimi 5 anni solari.

Google Scholar espone h5-index e h5-median per ciascuna pubblicazione inclusa.

Copertura delle pubblicazioni

Scholar Metrics in questo momento include articoli pubblicati tra il 2010 e il 2014.

Le metriche sono basate sugli articoli indicizzati in Google Scholar a Giugno 2015.

Poiché Google Scholar indicizza articoli da un gran numero di fonti, Google non è in grado di dichiarare dove un certo articolo sia stato pubblicato esattamente. Per evitare identificazioni scorrette delle pubblicazioni, le metriche includono solamente:

  • articoli da riviste che seguono le Linee guida per l’inclusione in Google Scholar;
  • convegni selezionati in Computer Science e Ingegneria elettronica;
  • preprint da arXiv, SSRN, NBER and RePEC (per questi siti, Google Scholar conteggia le metriche su collezioni individuate, per esempio e.g., “arXiv Superconductivity (cond-mat.supr-con)” or “CEPR Discussion Papers”.

Inoltre, questi elementi sono stati esplicitamente esclusi:

  • brevi articoli di opinione, brevettim libri e tesi;
  • pubblicazioni con meno di 100 articoli pubblicati tra il 2010 e il 2014;
  • pubblicazioni che non hanno ricevuto alcuna citazione per gli articoli pubblicati tra il 2010 e il 2014.

C’è da considerare, soprattutto, che Scholar Metrics copre solo una parte degli articoli scientifici pubblicati negli ultimi 5 anni; e soprattutto la copertura non è assicurata per gli articoli pubblicati su riviste con poche pubblicazioni.

Inclusione e correzioni

Se non trovi la rivista che ti interessa, prova a cercarne il titolo abbreviato o in una forma alternativa (per esempio, tradotto in altre lingue).

Ricorda che se la tua rivista non ha pubblicato almeno 100 articoli in 5 anni è probabilmente esclusa per questo motivo.

Se non trovi la ricista che ti interessa, o ti pare che abbia meno citazioni di quelle che dovrebbe, è possibile che ci sia qualche problema di configurazione nell’indicizzazione in Google Scholar. Per questo puoi fare riferimento al mio articolo su come far indicizzare correttamente la tua rivista in Google Scholar o direttamente al loro inclusion manual.


Contenuti tratti da https://scholar.google.it/intl/it/scholar/metrics.html

N.B. Al momento in cui questo post è stato scritto, le metriche di Google Scholar sono aggiornate a giugno 2015.